Il saluto all’uomo della storia calcistica beneventana: Gaetano Allegretti

L’ultimo saluto ad un pezzo della storia del calcio a Benevento è stato quello dei numerosi tifosi, accorsi oggi pomeriggio nella Chiesa dell’Addolorata, per omaggiare Gaetano Allegretti (nella foto insieme all’ex presidente Pino Spatola).
L’89nne massaggiatore, ma soprattutto uomo di calcio e per il calcio, ha dedicato una vita ai colori delle maglie indossate dai calciatori del Benevento. Una figura che ha visto passare nei sottopassaggi del Meomartini prima e poi del Vigorito la migliore gioventù calcistica nazionale, dai giovani promettenti agli anziani a fine carriera, sempre con garbo e gentilezza e sempre pronto quando, nel corso della gara, uno di loro aveva bisogno della sua magica spugna.
Una figura rassicurante con quel sorriso sempre sulle labbra, una parola di conforto che ha soprattutto meravigliato presidenti e manager delle squadre passate in quei due stadi, nei sessanta e passa anni della sua attività.
In queste poche righe un ricordo personale per Gaetano, che parte dalla fine degli anni sessanta quando incominciai l’avventura nel torneo per gli Uffici Dattilo. L’averlo visto sempre in campo durante le partite del Benevento non mi parve diverso. Dopo poche settimane nel vedermi in panchina mi fece cenno della scelta giusta… in maglietta e mutandine non gli piacevo… e poi quando poteva veniva a sedersi accanto a farmi compagnia durante la gara dei Finanziari.
Da allora indissolubile il rapporto anche durante il periodo nero del calcio giallorosso.
L’avevo visto alcuni mesi fa nei pressi della villa comunale e, nonostante l’età mi venne incontro a passo lesto… un saluto che ora non dimenticherò… ciao Gaetano, il tuo ricordo non sarà solo il mio ma anche di quanti hanno vissuto dagli spalti per anni le gare del Benevento.
Geppino Presta

[DISPLAY_ULTIMATE_SOCIAL_ICONS]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *