Ponte: aumentano le tasse, diminuiscono i servizi e continuano i disastri ambientali

Il violento temporale, abbattutosi ieri in tutto il Sannio, non ha risparmiato il territorio del comune di Ponte, creando grossi danni e disagi agli abitanti, ben raccontati nel reportage che il collega Giacomo De Angelis ha pubblicato su Gazzetta di Benevento: http://www.gazzettabenevento.it/Sito2009/dettagliocomunicato2.php?Id=127957
Danneggiato dal forte vento e dalla pioggia scrosciante soprattutto il Cimitero comunale, dove alcuni cipressi sono stati sradicati abbattendosi rovinosamente su lapidi e tombe; mentre nella parte alta del paese una frana ha trascinato con sé il condotto fognario.
Per fortuna non si registrano danni alle persone; mentre ancora non si conoscono i danni arrecati dal maltempo nelle contrade.
Ma per un attimo il ricordo di tutti i pontesi è andato ai terribili momenti vissuti nel 2015, quando una imponente frana devastò i garage e le attività commerciali di palazzo Venezia, nella centralissima via Ripagallo.
E’ mai possibile che quel disastro non abbia seriamente allertato gli amministratori comunali sulla fragilità del nostro territorio? E cosa si è realmente fatto in questi anni per mettere in sicurezza le strade e i cittadini?
Sono queste le legittime domande che si pongono gli abitanti di Ponte, un po’ stufi di essere continuamente tartassati dall’aumento dei balzelli comunali (come denuncia l’opposizione consiliare) a fronte, poi, di disservizi (come la mensa scolastica e il trasporto alunni) e, a quanto pare, della scarsa attenzione nei confronti di un territorio dove basta una giornata di pioggia intensa o di forte vento per creare disastri. (a.b.)

[DISPLAY_ULTIMATE_SOCIAL_ICONS]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *