All’ACI di Benevento convegno su “Sleep Driving – Il sonno alla guida”

Presso il salone dei convegni dell’ACI di Benevento il 13 dicembre 2019 si sono confrontati illustri esperti sul tema di grande interesse dal titolo “Sleep Driving – Il sonno alla guida”. Il convegno, con il patrocinio della Prefettura di Benevento, è stato organizzato dall’Azienda Ospedaliera “San Pio” di Benevento e dall’Automobile Club Benevento, la cui presidente Rosalia La Motta (nella foto al centro) ha aperto i lavori.
In occasione della giornata mondiale della memoria in ricordo delle vittime sulla strada sono intervenuti anche: Mario Ferrante, Direttore Generale A.O.R.N. “San Pio” di Benevento; Mario Del Donno, Direttore UOC di Pneumologia presso A.O.R.N. “San Pio” di Benevento: “Il sonno alla guida”; Antonio De Bellis, esperto di mobilità: “Effetti giuridici, sociali ed economici del colpo di sonno alla guida”.
Rosalia La Motta ha dichiarato: <<E’ un problema grande, importante e forse sottostimato. Voglio comunicare al territorio che l’accortezza alla guida è fondamentale. E’ essenziale sapere che l’individuo è il primo attore che deve garantire la sicurezza stradale. Noi come ACI da anni ci stiamo impegnando attivamente per costituire e consolidare una cultura di mobilità sempre più responsabile>>.
Gli incidenti causati dal “colpo di sonno” sono i più gravi, con un elevato rischio di mortalità dovuto alla totale inazione del guidatore, che addormentandosi non ha consapevolezza dell’imminente pericolo.
Le varie azioni di informazione e di sensibilizzazione sulla natura e sulla gravità del problema, attuato dall’ACI di Benevento in sinergia con L’A.O.R.N. “San Pio” di Benevento, contribuirebbero alla riduzione del numero annuo delle vittime degli incidenti stradali (2.700 morti e 120.000 feriti). Determinerebbero, inoltre, una conseguente riduzione del costo sociale degli incidenti stradali dell’ordine di 6 miliardi di euro/anno rispetto alle condizioni attuali (e di 12 miliardi di euro/anno rispetto ai livelli che il nostro Paese raggiungerebbe se proseguissero le attuali tendenze).
Vincenzo Maio

[DISPLAY_ULTIMATE_SOCIAL_ICONS]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *