I giallorossi espugnano anche il “Picchi” e si qualificano già “campioni d’inverno”

Il Benevento allunga il passo in classifica (undici i punti sulla seconda) e liquida la pratica Livorno con il più classico dei  punteggi un 2 a 0. Sul taccuino dei marcatori Kragl direttamente su punizione al 13′ del primo tempo e Letizia all’85’.
Una pratica quella contro i toscani che aveva degli handicap negativi. I giallorossi non avevano mai vinto contro gli uomini di Tramezzani che, tra l’altro, erano usciti sempre vittoriosi nelle gare arbitrate dal sig.Ros di Pordenone.
In un solo colpo e soprattutto all’Armando Picchi capitan Maggio e compagni hanno sfatato questi due precedenti.
Una gara tutto sommato un po’ in sordina per i giallorossi che hanno avuto immediatamente l’occasione per andare a rete, ma soprattutto per la poca incisività dell’attacco del Livorno.
Un altro fattore ha influito sull’andamento della gara: le due ammonizioni  di Schiattarella (21′) e Kragl (22′); ma comunque il Benevento con ordine ha saputo tener testa agli avversari mai arrivati pericolosi in area di rigore. Pochi minuti dopo Coda (instancabile la sua prestazione) di testa mandava il pallone a sfiorare il palo sinistro (26′) al 37’ il centravanti spediva a lato di pochi passi il possibile pallone del 2 a 0. Solo al 44′ il Livorno si affacciava dalle parti di Montipò che, lasciato solo dalla difesa azzurra (unico errore), calciava spedendolo oltre la traversa.
Alla ripresa il Livorno cercava di portarsi in avanti ma era ben contenuto dall’intera squadra. Solo al 53’ gli amaranto avevano una buona occasione: Braken, imbeccato da un cross di Marsura, deviava da pochi passi dalla line di porta debolmente la palla preda di Montipò. Sau viene ammonito per aver ostacolato il portiere avversario (Plizzari) al momento del rinvio della palla. Al 79′ cartellino giallo per Coda per aver sgambettato, a centrocampo, Bogdan.
Inzaghi operava due cambi il primo Kragl con Tuia e poco dopo (75′) Insigne per Sau. 
Arriva poi la rete di Letizia che sfruttava uno svarione della difesa avversaria, e con un tiro angolato metteva al sicuro il risultato finale.
Poi, dopo la rete di Letizia, all’86’ Coda usciva per Armenteros. Nei minuti di recupero il Livorno rimaneva in dieci per infortunio e non poteva operare sostituzioni poiché erano stati utilizzati tutti e tre i cambi.
Al 92′ ultimo brivido in area amaranto su un cross di Maggio, con tapin del portiere avversario e con Letizia che cercava la palla tra alcuni avversari.
Una gara che oltre a sfatare qualche tabù ha consolidato ai vertici della classifica di serie B un Benevento rullo compressore.
Un Benevento con tre gare di anticipo campione d’inverno. Un titolo prettamente importante, mai conseguito fino ad ora in B dai giallorossi.
Le ultime tre gare durante il periodo natalizio vedranno la squadra affrontare in casa il 21 il Frosinone, il 26 trasferta a Verona contro il Chievo, per chiudere il girone il 29 dicembre al Vigorito contro l’Ascoli. (g.b.)

I RISULTATI DELLA XVI GIORNATA DI ANDATA
Chievo – Juve Stabia 2-3
Ascoli – Cittadella 1-0
Frosinone – Pescara 2-0
Venezia – Spezia 0-0
Entella – Empoli 2-0
Livorno – Benevento 0-2
Cosenza – Pordenone 1-2
Cremonese – Perugia 2-1
Salernitana – Crotone 3-2
Trapani – Pisa 1-3

LA CLASSIFICA
Benevento, punti 37; Pordenone, 28; Frosinone, 26; Entella, Cittadella, 25; Ascoli, Chievo, 24; Perugia, Pisa, 23; Crotone, Salernitana, 22; Pescara, Empoli, 21; Spezia, Cremonese, 20; Venezia, 19; Juve Stabia, 17; Cosenza, 14; Trapani, 13; Livorno, 11

[DISPLAY_ULTIMATE_SOCIAL_ICONS]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *