I giallorossi travolgono la squadra siciliana con una gragnola di gol

Un 5 a 0 che la dice tutta sulla situazione del Trapani, ultima in classifica, avversaria venerdì sera al Vigorito del Benevento. In una notte, quasi padana, i giallorossi hanno liquidato la pratica siciliana giocando una partita con concentrazione e tatticamente corretta.
Un primo tempo in cui la squadra siciliana si è mostrata volitiva anche se ha dovuto cedere già al 10′ con un assist “al bacio” di Sau per l’incocciata di Coda, sbucato tra un gruppo di avversari.
Dopo alcune fasi alterne dei siciliani che cercano di spegnere alla fonte il gioco di Maggio e compagni, soprattutto a centrocampo, al 32′ la seconda rete giallorossa scaturita da un rigore. Maggio entrato in area di rigore è atterrato da Fornasier, il sig. Minelli non ha dubbi e dal dischetto Nicolas Viola mette in rete, nulla da fare per Carnesecchi. Nessuna altra azione da segnalare fino alla fine della prima parte della gara.
E la seconda parte della gara inizia alla stregua del primo tempo, con i siciliani sul piede dell’acceleratore che portano a chiamare in causa Montipò su un pericoloso tiro in area di Pettinari. Bisogna attendere il 79′ allorquando la gara ritrova verve e soprattutto grazie a Sau prima e Viola per due volte.
L’ex cagliaritano torna anche lui nel tabellino dei marcatori con una rete di rapina sul tapin scaturito da un tiro di Coda respinto da Carnesecchi.
Poi all’82’ il secondo gol di Viola che batte una punizione poco oltre la meta campo sulla sinistra dello schieramento giallorosso e, col portiere poco fuori dall’area piccola, incredibilmente insacca. Dopo solo sei muniti il fuciliere giallorosso ci riprova al termine di una bella azione svoltasi sulla destra dello schieramento beneventana. Insigne, subentrato a Sau, offre un pallone in orizzontale a Viola che da circa venti metri piazza una botta micidiale che termina la sua corsa all’incrocio dei pali sulla destra dell’esterrefatto Carnesecchi. 
Qui finisce in pratica la gara. Il sign. Minelli, giustamente, non va oltre i novanta minuti e fischia la chiusura delle ostilità. Una gara come la voleva Inzaghi: “concentrazione, non voglio cali di tensione” e così è stato.
Fino all’ultimo secondo capitan Maggio ed i suoi dieci compagni in campo hanno lottato sul pallone come se si fosse ancora sullo zero a zero.
Applauso finale tra una fitta coltre di nebbia e tutti a prendere un brodino caldo e riposante, poi si penserà al Livorno, sabato 14 ore 18 in terra toscana. Sarà il primo vero incontro all’insegna dell’imminente Natale di fuoco… giallorosso. (g.b.)

I RISULTATI DELLA XV GIORNATA DI ANDATA
Benevento – Trapani 5-0
Cittadella – Salernitana 4-3
Empoli – Ascoli 2-1
Pescara – Venezia 2-2
Spezia – Livorno 2-0
Chievo – Cremonese 1-0
Juve Stabia – Frosinone 0-2
Pisa – Entella 0-2
Pordenone – Crotone 1-0
Perugia – Cosenza 2-2

LA CLASSIFICA
Benevento, punti 34; Cittadella, Pordenone, 25; Frosinone, Perugia, 23; Crotone, Entella, 22; Ascoli, Pescara, Chievo, Empoli, 21; Pisa, Cremonese, 20; Spezia, Salernitana, 19; Venezia, 18; Cosenza, Juve Stabia, 14; Trapani, 13; Livorno, 11

RSS
Follow by Email
Facebook
Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *