Una città disseminata di maleodoranti e pericolosi “ricordini”

La sporcizia a Benevento aumenta sempre più, soprattutto per la poca educazione di tanti cittadini che depositano immondizia di ogni genere accanto alle campane per la raccolta del vetro e non raccolgono le “deiezioni” dei propri cani quando li portano a spasso per la città.
Un nostro lettore ci ha inviato una foto (che alleghiamo),  da un piccolo paesino dell’Abruzzo “ROCCA DI MEZZO” di circa 1500 abitanti, dove era andato in ferie questa estate, che recava una ordinanza comunale per il decoro urbano.
Sulla foto si leggono molto bene sia gli obblighi dei possessori di cani e sia  a quali sanzioni vanno incontro i trasgressori.
Perché nella nostra città non si potrebbe fare la stessa cosa per evitare di non poter passeggiare sui marciapiedi senza incorrere in spiacevoli inconvenienti?
Addirittura, raccontava  un ignaro cittadino, che mentre passeggiava con la propria consorte, sul marciapiede  di via Flora, prese una sonora scivolata a causa di un “ricordino” di qualche cane, lasciato da  un maleducato padrone.
Perché il signor sindaco della nostra città non provvede a far installare delle targhe simili? Con la speranza di tenere la città più pulita.
Gerardo Bovino

RSS
Follow by Email
Facebook
Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *