Unisannio: importante riconoscimento internazionale nell’ambito dei metamateriali

Dal 16 al 19 settembre 2019, si è tenuto a Roma il 13th International Congress on Artificial Materials for Novel Wave Phenomena (Metamaterials 2019), tra le più importanti conferenze internazionali nell’ambito dei metamateriali, che ha visto la partecipazione di oltre trecento studiosi provenienti da più di quindici nazioni.
Il Dipartimento di Ingegneria dell’Università del Sannio è stato rappresentato dal Fields&Waves Lab, diretto dal prof. Vincenzo Galdi, che ha presentato cinque lavori.
In particolare, il lavoro su Some Ideas for Non-Hermitian Doping of Epsilon-Near-Zero Media, presentato dall’Ing. Marino Coppolaro (studente del Dottorato in Tecnologie dell’Informazione per l’Ingegneria), è stato premiato come Best Poster per la categoria Photonics. Tra gli autori del lavoro, oltre all’ing. Coppolaro e al prof. Galdi, figurano il dott. Massimo Moccia (PostDoc) e il prof. Giuseppe Castaldi del Dipartimento di Ingegneria, e il prof. Nader Engheta della University of Pennsylvania (USA).
Lo studio riguarda la possibilità di trasporre il concetto di “drogaggio”, tipico della fisica dei semiconduttori, a materiali con permittività dielettrica molto piccola, utilizzando opportune misture di inclusioni dissipative e attive. I risultati possono trovare numerose applicazioni nell’ambito della nanofotonica, con particolare riferimento allo sviluppo di laser e modulatori innovativi.

[DISPLAY_ULTIMATE_SOCIAL_ICONS]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *