I giallorossi stravincono nella prima gara casalinga

Il Benevento alla prima di campionato al Vigorito regola per l’ennesima volta il Cittadella con un punteggio interessate. un 4 a 1 che la dice lunga in termini numerici ma anche sotto il profilo tecnico tattico.
Sicuramente un nuovo Coda impegnato a tutto campo ha dimostrato di essere all’altezza assegnatagli da Inzaghi. Una prestazione eccellente coronata da uno splendido gol arrivato quasi alla fine di un incontro cui ha dato un’impronta.
Una rete in combinazione con un Viola diverso, concreto e capace di battere i tempi. E quel primo tempo per Coda è stata una diagonale offertagli dallo stsso Viola che da quasi centrocampo spostato piu sulla sinistra ha pennellato il pallone mandandolo dalla parte opposta quasi al vertice dell’area di rigore per quel numero nove che a volo ha spedito il pallone alle spalle dell’incolpevole Paleari, andando ad insaccarsi sul secondo palo.
Detto della perla, arrivata quasi sul fischio finale, bisogna sottololineare che il Cittadella era sceso in campo per mettere in difficoltà Maggio e compagni, riuscendovi fino alla metà del primo tempo, quando per sfortuna il pallone finiva dietro le spalle dell’incolpevole Paleari sospinto da Ghiringhelli che così beffava il proprio compagno. Il tutto accadeva al 26° minuto del primo tempo. E sull’1 a 0 si chiudeva la prima frazione.
Alla ripresa bisognava attendere poco più di cinque minuti quando i tifosi potevano esultare per la prima rete segnata da un giallorosso. Ed a firmarla proprio capitan Maggio. Dall’angolo Viola metteva la palla nel mucchio di centro area e dopo qualche batti e ribatti la palla arrivava al capitano che da pochi passi la metteva in rete.
Dopo pochi minuti la rete di Insigne su assist di Sau, che riceveva la palla da Letiza dopo una travolgente discesa. L’ex cagliaritano  pescava Roberto Insigne dall’altra parte dell’area che insaccva.
Sul 3 a 0 il Benevento rallentava il ritmo e ne approfittava il Cittadella che metteva con Diaw all’80° la palla che risvegliava solo per alcuni minuti i veneti e il loro allenatore, che si rialzava dalla panchina ed incitava. Ma dopo solo tre minuti ci pensava Coda con quel colpo capolavoro che fissava il risultato sul 4 a1.
Una gara che ha messo qualche certezza in più dopo il deludente pari di Pisa.
Montipò ha dimostrato di essere ritornato portiere, mancava solo concentrazione. Bene tutti, un tantino su tutti capitan Maggio e il bomber Coda per l’agonismo prodotto e la interpretazione degli schemi.
Ora la sosta per la nazionale ed alla ripresa il derby classico con la capolista Salernitana. Una gara fissata per lunedì 15 alle 21 all’Arechi. Di sabato sera o domenica NO: il lunedì per la gioia dei barbieri poiché per loro è giorno festivo. (g,b,)

I RISULTATI DELLA II GIORNATA DI ANDATA
Benevento – Cittadella 4-1
Chievo – Empoli 2-1
Cosenza – Salernitana 0-1
Cremonese – Entella 0-1
Frosinone – Ascoli 2-1
Juve Stabia – Pisa 0-2
Livorno – Perugia 0-1
Pescara – Pordenone 4-2
Spezia – Crotone 1-1
Trapani – Venezia 0-1

LA CLASSIFICA
Salernitana, Perugia, Entella, punti 6; Benevento, Pisa Empoli, Crotone, 4; Spezia, Pordenone, Ascoli, Pescara, Cremonese, Venezia, Frosinone, 3; Chievo, Cosenza, 1; Livorno, Juve Stabia, Trapani, Cittadella, 0

 [DISPLAY_ULTIMATE_SOCIAL_ICONS]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *