Mastella chiede alla Regione di convocare un vertice per l’emergenza rifiuti

Il sindaco di Benevento Clemente Mastella, in relazione ai ritardi che si stanno registrando in città nelle operazioni di ritiro dei rifiuti indifferenziati residui, ha rilasciato questa mattina la seguente dichiarazione:
Nello scusarmi con i cittadini per i disagi derivanti dalla mancata raccolta dei rifiuti indifferenziati residui, mi preme chiarire che purtroppo tale situazione non è certamente imputabile al Comune o all’Asia Spa in quanto è esclusivamente conseguenza dello stato di agitazione proclamato dai dipendenti della società che gestisce l’impianto S.T.I.R. di Tufino dove, assieme all’impianto di Pianodardine, vengono attualmente conferiti i rifiuti a seguito dell’incendio dello S.T.I.R. di Casalduni. 
Tra l’altro, mi preme chiarire che, al di là della temporanea problematica, si tratta di una situazione che sul piano generale va complessivamente aggravandosi nell’intera regione in conseguenza delle difficoltà di collocazione sul mercato della frazione umida tritovagliata (Futs) prodotta dal processo di stabilizzazione che viene effettuato negli S.T.I.R. Di qui il progressivo accumulo e mancato smaltimento dei rifiuti sottoposti a trattamento che rischia di paralizzare l’intero sistema.
Si tratta, pertanto, di un’emergenza destinata progressivamente ad aumentare, nonostante la solidarietà sin qui mostrata dalle altre province – che ringrazio – nell’accogliere i nostri rifiuti in conseguenza della chiusura dello S.T.I.R. di Casalduni. 
Di qui la richiesta che ho inoltrato stamani alla Regione Campania affinché si convochi urgentemente un vertice per affrontare una situazione emergenziale che rischia di riportare l’intero territorio regionale, non solo quello sannita, verso scenari che ci auguravamo fossero solo un triste ricordo del passato
”.

[DISPLAY_ULTIMATE_SOCIAL_ICONS]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *