Finalmente la squadra giallorossa torna a infiammare la sua tifoseria

Il Benevento torna alla vittoria dopo tre sconfitte consecutive ed un pareggio. La gara briosa ma sicuramene non eccellente contro il Carpi, in lotta per non retrocedere finisce con il punteggio di 3 a 1.
Giallorossi in vantaggio subito dopo il fischio d’inizio con Improta su assist delizioso di Coda, poi il pareggio degli emiliani con Vitale con una buona dormita della difesa giallorossa e Montipò incolpevole su un tiro sbucato tra le tante gambe di avversari e compagni. Tutto questo in poco più del primo quarto d’ora della gara. Poi  poi al 39′ assist di Armenteros in mezzo all’area di rigore avversaria, la palla a Maggio che in mezza rovesciata batte l’ex Piscitelli. L’ex napoletano e capitano giallorosso non esulta. Al riposo con il Benevento in vantaggio.
Nella seconda parte sugli scudi Montipò, che salva il pareggio in due grosse occasioni capitate agli avversari. Ci pensa poi Viola a mettere a segno un rigore eseguito in maniera perfetta. Il rigore provocato da Kresic, che abbatte in area Ricci che aveva rubato la palla all’avversario. Poi azzeccate le sostituzioni di Bucchi che non stravolgono il lavoro della squadra.
L’allenatore giallorosso si esalta cambiando spesso modulo in corsa d’opera e, per sua fortuna o forse per il lavoro svolto in settimana, i giocatori non si scompongono eseguendo alla lettera le sue indicazioni.
Una gara buona, con il Carpi che ha messo in campo il puntiglio del suo allenatore, che comunque ha espresso buone trame di gioco portandosi per almeno un paio di volte a cospetto di Montipò, trovando un muro invalicabile.
Buono nel complesso tutti gli uomini in giallorosso. Ottimo il recupero di Maggio, eccezionale, finalmente la prova di Improta, non solo per la rete realizzata ma soprattutto per l’instancabile andirivieni tra difesa ed attacco sulla fascia di sua competenza. Riconfermata la bontà del duo Viola-Del Pinto a centrocampo e con il peperino Buonaiuto a mettercela tutta per porre in difficoltà gli avversari. La difesa un po’ in ombra su alcune chiusure non perfette. Ultima notazione per Coda che riceve i meritati applausi per l’assist sulla prima rete, ma poi divora due grosse occasioni capitategli a tu per tu con Piscitelli.
Ora il Benevento è atteso a tre gare, quellea della verità. Prima la trasferta a Perugia, sabato 6 alle  18, poi sabato 13 alle 21 al Vigorito con il Palermo e lunedì 22 alle ore 15 nella trasferta a Verona. (g.b.)

I RISULTATI DELLA XII GIORNATA DI RITORNO
Benevento – Carpi 3-1
Crotone – Perugia 2-0
Verona – Brescia 2-2
Livorno – Cremonese 1-3
Padova – Ascoli 1-2
Spezia – Salernitana 2-1
Venezia – Cittadella 1-1
Lecce – Cosenza 3-1
Pescara – Palermo 3-2

LA CLASSIFICA
Brescia, Lecce, punti 54; Palermo, 50; Verona, Pescara, 48; Benevento, 47; Benevento, Perugia, 44; Spezia, 43; Cittadella, 42; Ascoli, 36; Cremonese, Salernitana, Cosenza, 35; Crotone, 33; Venezia, Livorno, 30; Foggia, 27; Padova, 24, Carpi, 22

[DISPLAY_ULTIMATE_SOCIAL_ICONS]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *