Al “Modernissimo” di Telese è stata la volta di Cicchella con “Millevoci Tonight Show”

Già dal titolo, si capisce che siamo dinanzi ad uno spettacolo sicuramente poliedrico, che ci presenta tanti personaggi, tra l’altro ben imitati da Francesco Cicchella, ovviamente napoletano, show man della situazione. La regia di Gigi Proietti ha conferito quel tocco in più di teatralità al lavoro preparato dallo  stesso Cichella, con la collaborazione di Riccardo Cassini; di Vincenzo de Honestis, che in alcuni sketchs gli fa anche da spalla, e di Gennaro Scarpato. 
Nel cast, che ha avuto la collaborazione artistica di Pino L’Abbate, troviamo anche Giovanni Quaranta e Ciro Salatino. Le musiche sono state eseguite dalla Band Live, composta da sei elementi, con la direzione musicale del M° Paco Ruggiero. Attori e musicisti sono stati seguiti, nella qualità del suono, dal fonico Leonardo Riselli.
Le scene, semplici ed essenziali, come voleva lo spettacoIo, preparate da Roberto Crea, sono state ravvivate dalle luci di  Francesco Adinolfi, mentre i costumi sono stati cuciti da  Mattia Sartoria. Ha curato tutta la grafica Luca Auletta.
La sera del 12 marzo, lo spettacolo è iniziato con le prove di applausi, che poi il pubblico avrebbe dovuto riservare alla chiusura dello spettacolo, e dalle scuse che Cicchella ha presentato al pubblico per l’infortunio, causato da una caduta, a seguito del quale era stato spostato lo spettacolo.
Si è subito immerso nei vari personaggi, che ha molto bene imitato: Tiziano Ferro, Giuliano dei Negroamaro, “quest’ultimi aboliti insieme ai Negrita e ai Neri per caso”, con ovvi riferimenti ai recenti rigurgiti razzisti…
Anche Giusy Ferrero è stata ben imitata e ci ha divertito, poi, la presentazione di una delle più famose canzoni dello Zecchino d’oro, “Il Caffè della Peppina,” che in realtà è molto triste, come sarebbe stata, se fosse stata cantata da Roberto Cocciante. Ha  proseguito, inoltre, facendoci ascoltare “Marinella”, in versione allegra,  e con l’imitazione di Gigi D’Alessio, che, dulcis in fundo, ha chiamato al telefono la sua “Anna” Tatangelo. Non ha dimenticato il grande e compianto  Pino Daniele, Michael Jackson, i Marron 5, Bruno Mars.
Una full immersion nella buona musica, e Cicchella ha dimostrato di essere in grado di gestire molto bene lo spettacolo, sia da solo, sia con la collaborazione di Vincenzo de Honestis.
Il prossimo spettacolo avrà luogo venerdì 22 marzo, dal titolo “Mia cara città”, che vedrà protagonista Francesca Marini, mentre la rassegna si concluderà il prossimo 5 Aprile con ”Cavalli di ritorno 2.0”, di Gino Rivieccio.
Buona visione  a tutti
Maria Varricchio

[DISPLAY_ULTIMATE_SOCIAL_ICONS]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Banner to display