Traffico in tilt per il taglio dei pini sul Viale degli Atlantici

La burocrazia della Pubblica amministrazione è ignava, licenziosa , arrogante, del copia e incolla e alla ricerca di come sottrarsi alle responsabilità. Spesso non calata nella realtà che esiste al di la della scrivania.
Tutte queste aggettivazioni non sono erga omnes attribuite a quella comunale e ad alcuni specifici rami. Ma quella dell’Ufficio segnaletica e traffico sicuramente va avanti col copia e incolla o, al massimo, con una lettura superficiale della cartina della città.
Mai che un’ordinanza emessa in materia di limitazione del traffico abbia riguardato o riguardi tutt’ora i flussi lungo le arterie cittadine.
La penultima, quella riguardante la chiusura di parte del Viale degli Atlantici, ha delle incongruenze che evidenziano la poca conoscenza  della realtà e del movimento traffico in città.
Non sto parlando del piano traffico ma di un’ordinanza che si è limitata solo alla chiusura al traffico sul viale a partire da via Ferrelli.
E’ noto che su quel viale il traffico è particolarmente intenso per raggiungere la zona alta della città in special modo l’Ospedale Rummo.
Ora in questi giorni di potatura degli alberi il flusso delle auto ha “intasato il viale dedicato ai sorvolatori” tanto da dover eliminare l’impiego dei semafori al quadrivio con Via De Caro, cosa che alla fine si è ripercossa anche sullo stesso viale Mellusi.
Sarebbe bastato su Viale dei Rettori, via Pertinie via Perasso con un’apposita comunicazione, anche stampata col pc dell’ufficio, creare una pre segnaletica avvisando di quella chiusura e magari consentendo di invertire la marcia su via XXIV maggio.
L’automobilista avrebbe avuto a disposizione varie alternative per bypassare quel divieto e raggiunge la meta con minori difficolta.
Il mancato interscambio con il Corpo dei Municipali alla fine crea disservizi ed intralci proprio per la mancata conoscenza dei flussi in città. I così detti caschi bianchi alla fine subiscono quelle ordinanze quasi sempre deleterie per la mancanza di conoscenze sul territorio. Non sarebbe il caso di interconnettersi, non è una diminutio del “potere decisionale” ma una semplice richiesta di verifica della realtà.

[DISPLAY_ULTIMATE_SOCIAL_ICONS]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Banner to display